Distacco, peccato, angeli

bianco e nero

 

Stanotte mi sono svegliata al improvviso. Ho spalancato gli occhi nel buio di camera mia e rimanendo immobile sentivo chiaramente le parole- distacco, peccato, guide.

Ascoltavo con attenzione conoscendo già il modus operandi di mie guide.

So che non è un caso che solo 2 giorni fa mi è arrivata questa citazione in inglese che ho tradotto e ho pubblicato nel mio profilo facebook

 distacco

 

NULLA dovrebbe possedermi!!!???

E’ facile da comprendere.

Vero?

 

Non c’è nulla di male possedere una casa, ma se possesso di questa casa comincia a condizionare le mie scelte devo fare una distacco per rimanere libera di dire, fare….. DI ESSERE.

Non c’è nulla di male avere un lavoro, ma se per tenerlo devo rinunciare dal ESSERE devo fare una scelta.

Non c’è nulla di male avere un opinione, un immagine di me, ma se questa immagine comincia ad condizionarmi ad ESSERE devo fare una scelta.

Desidero trattenere mia immagine di me o desidero davvero ESSERE distaccandomi da me stessa?

Qui le cose cominciano a complicarsi.

Distacco di sé stesso che esisteva fino a quel momento, per potermi vedere in un altro modo, somiglia ad uccidere me stessa.

Credo che è chiaro che qui non penso a suicidio fisico, ma di permettere che, quella Tanja ben conosciuta, se ne deve andare per lasciare il campo libero per una nuova, sconosciuta Tanja e permettere che questa piccola morte succede ogni volta quando comincia ad condizionare la libertà del vero ESSERE.

Ma quale è il vero ESSERE?

Ogni volta quando pensi che finalmente hai scoperto il vero te, ti accorgi che c’è ancora qualcosa dietro.

Ma quando finirà tutto questo?

Quando finirà la ricerca?

Mi sa che non finirà mai.

Perchè la creazione è infinita, la creazione è il cambiamento.

Rinunciando dal cambiamento stiamo bloccando la creazione.

Rinunciare dal cambiamento è PECCATO.

Rinunciare ad cambiare se stessi è peccato, perchè siamo noi che stiamo creando le realtà,

universi e multiversi.

I buddisti stano esprimendo questo concetto creando il mandala

http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=6898

Il peccato è rinunciare dalla propria natura di creatore.

Il peccato è anche rinunciare di ESSERE quello che cosa si E’ in questo preciso momento, per paura di perdere qualcosa o qualcuno, per non poter esercitare il distacco dalle cose che ci stano condizionando.

( Non è proprio questo il senso del modo di dire “Vendere l’anima al Diavolo”, perchè esistenza del Diavolo presenta esistenza di illusione di dualità)?

 

Il peccato è rinunciare di se stessi.

E ci hanno insegnato che se fai un peccato finirai nel inferno dove brucia il fuoco.

Questo è vero, perchè rinunciando dalla propria vera natura di ESSERE CREATORE senti dentro di te un bruciore che non ti abbandona fino che non scopri e ritorni alla tua vera natura.

In questo gioco di creazione chiamato dualità ogni uno di noi sta giocando un ruolo preciso, ha una funzione precisa.

Abbiamo creato un illusione di separazione.

Siamo entrati nella realtà dove abbiamo creato illusione del bene e del male.

Abbiamo deciso le regole del gioco.

Qualcuno giocherà il ruolo del buono e qualcuno giocherà il ruolo del cattivo ( ricordate i giochi dei bambini?)

Giocando con il tempo abbiamo compreso che non siamo soli e che abbiamo le nostre guide che ci stano aiutando.

Era una grande scoperta, ci sentivamo amati e felici, non abbandonati.

E tutti noi siamo convinti che stiamo giocando il ruolo del buono e le nostre guide sono angeli buoni.

Nostro sé superiore è buono.

Ma abbiamo dimenticato che anche i cattivi stano solo giocando il loro ruolo.

Abbiamo dimenticato che anche loro hanno le loro guide, i loro sé superiori che gli stano aiutando ad giocare in mondo migliore.

Abbiamo dimenticato che anche loro hanno i loro angeli custodi.

Abbiamo dimenticato la nostra natura multidimensionale.

In questo preciso momento ogni uno di noi sta giocando un infinito numero di ruoli nel infinito numero di realtà.

Strano, ma in tutti questi anni non ho sentito che qualcuno si è ricordato di una delle proprie esistenze dove sta giocando il ruolo del cattivo.

Ma è possibile che uno è sempre buono ed altro è sempre cattivo?

Mi sembra molto limitante e contraddittorio allo scopo del gioco dove tutti volevamo sperimentare la dualità in tutti i suoi aspetti.

Per essere completamente aperta, io mi ricordo una delle esistenze dove sono cattiva, molto cattiva.

Ma come è possibile?

In tutte le mie esistenze io ho una cosa in comune con tutte  “Tanje”, questa cosa è il mio sé superiore. Il mio sè superiore è sempre lo stesso.

Mio Sè Superiore che è il mio Angelo Guida che mi sta aiutando ad giocare al massimo il ruolo che ho deciso di giocare in accordo con tutti i partecipanti del gioco.

 E’ possibile che un Angelo può essere buono e cattivo in stesso istante?

angel-of-lightanddark-onlin

Strano come la visione cambia, quando fai distacco da quello che cosa pensi di essere.

Strano come la visione cambia, quando in un altra realtà incontri te stesso come cattivo e re-incontri qualche giocatore “cattivo”di questa realtà che in quel altra sta giocando il ruolo di un Santo.

Davvero strano….

Perchè con questa visione tutto cambia.

Per forza cominci a chiederti del significato dei termini in uso.

Chi sono gli Angeli?

 

Chi sono davvero gli Angeli Caduti?

Chi sono davvero i demoni?

Chi è davvero Lucifero o Satana o Diavolo?

Contro di chi sto combattendo?

Chi desidero a salvare?

Una volta vedendo queste cose il gioco di dualità perde il senso.

Più vedi le tue proprie diverse realtà, vedi meglio la tua propria immagine completa.

Se riesci a comprendere, capire tutti i tuoi ruoli, perdonare se stesso diventa superfluo.

Non c’è nulla da perdonare, perchè nessun male è stato realmente fatto in questo gioco olografico.

Rimane solo comprensione ed accettazione.

La lotta interiore svanisce lasciando il posto alla pace.

Più vedi te stesso, vedi meglio tutti gli altri intorno a te.

E smetti di lottare.

Smetti di lottare come in Terra così in Cielo.

E se smetti di lottare, il tuo sé superiore sta smettendo di lottare.

Tuo angelo guida sta smettendo di giocare in quel gioco di dualità.

E dualità smette di esistere per te come in Terra così in Cielo.

E se tu smetti a giocare anche la parte “opposta” deve smettere di farlo, perchè il gioco è fatto per essere giocato in due.

Ma sempre sta cominciando da te e dipende da te.

Tu devi vedere.

E se smetti di giocare in questo gioco chiamato dualità, che cosa succederà?

Io non posso rispondere con la certezza ( magari non ancora), ma di una cosa sono sicura, cominceremo un altro gioco.

Qualcosa ci verrà in mente, sono sicura, perchè……

NOI SIAMO I CREATORI.

Scusatemi, adesso ho tanto da fare

Devo creare i nuovi universi.

Tanja

 

 

IO SONO....... , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente IO VOGLIO QUESTO? PERCHE’ NON LO STO OTTENENDO? Successivo Finalmente si può guardare un video dal vivo della Terra dallo spazio, ed è impressionante

Un commento su “Distacco, peccato, angeli

  1. Giorgio il said:

    ahahahah Tanja come sei bella ^_^
    E sono d’accordo con te….lottare non serve a nulla, alimenta solo il gioco….se smetti di lottare ma lasci andare il flusso, tutto cambierà perchè chi è “puro” e consapevole, crea il nuovo gioco.
    Se ci mettiamo a lottare, continuiamo la dualità invece, dobbiamo fare ben altro ^_^
    Dai dai che ci avviciniamo al salto dell’ostacolo!!!!
    UN abbraccio

I commenti sono chiusi.